Corrispondenza esatta
Cerca nei titoli
Cerca nei contenuti
Cerca nei post
Cerca nelle pagine
testimonial
Filtra per categoria
Cani & gatti
Editoriali
Mercato
Notizie
Personaggio
Piccoli mammiferi
Rettili & anfibi

Valentina era una bambina che sognava di camminare, ballare e correre, come tutti i bambini della sua età. Ma non poteva fare quello che per i suoi coetanei era naturale e spontaneo, perché era affetta da una rara malattia degenerativa, la SMA – atrofia muscolare spinale. Valentina non riusciva ad accettare la sua sedia a rotelle e si disegnava sempre con le gambe, mentre camminava lungo prati fioriti sotto un sole splendente. Finché nella sua scuola non è arrivata Jacky, una cagnolina parson terrier. E nel cuore di Valentina si è aperto uno spiraglio.

Tutto merito di Elena, l’educatrice che la seguiva dalla prima elementare, che è anche una coadiutrice con il cane. In collaborazione con la scuola, in équipe multi professionale, ha studiato un progetto ad hoc per Valentina e altri alunni, che è durato un anno con cadenza settimanale. Jacky va a prendere Valentina all’entrata della scuola e l’accompagna fino al banco; da quel momento inizia una nuova avventura basata sul gioco, su una nuova energia, sul sorriso e sulle risate… tante risate.

Non esistono più confronto o competizione con conseguenti delusioni, ma si attiva una sorta di complicità gioiosa e senza giudizi. Sì, perché Jacky ama correre e giocare con la palla, la prende, la riporta e vuole che le venga rilanciata. Finché un giorno la pallina finisce proprio sotto la ruota della carrozzina… Valentina allora esplode dalla gioia e dice: “Riproviamo, dai!” e da lì il gioco riparte con maggiore intensità emotiva grazie anche all’aiuto di Elena, che insegna alla bambina ad afferrare la palla e a lanciarla il più lontano possibile per stimolare Jacky e moltiplicare il divertimento.

Giorno dopo giorno, il cane aiuta Valentina a non focalizzarsi sull’assenza di due gambe energiche e vitali ma sulle ruote della sedia a rotelle che assumono una nuova funzione, quella di aiuto.

Valentina gradualmente passa dal rifiuto all’accettazione di sé, sedotta e trascinata dalla relazione con Jacky, fortemente attratta dalla sua voglia di leggerezza e spensieratezza.

Dopo circa un mese di pet therapy, Valentina si disegna sulla sedia a rotelle mentre gioca con Jacky. Da quel momento si attiva in lei una nuova energia che la spinge ad affrontare nuove esperienze, a mettersi in gioco, a misurarsi.

Oggi Valentina ha 16 anni e gira l’Europa giocando in una squadra di hockey per disabili.

Questa storia e tante altre sono possibili grazie a un’équipe multidisciplinare di pet therapy creata a Milano nel 2010, nell’ambito della Cooperativa Tempo per l’Infanzia, riconosciuta sul territorio dagli anni ’80. La cooperativa opera nel campo del disagio e della promozione del benessere dei minori, delle famiglie, degli anziani e delle comunità locali. Collabora inoltre stabilmente con tutti gli Enti pubblici di riferimento zonale e cittadino della città e provincia di Milano.

Per saperne di più: “Un pet, un sorriso”, progetto di pet therapy per pazienti oncologici a Milano,

http://guidominciotti.blog.ilsole24ore.com/2015/08/12/un-pet-un-sorriso-un-progetto-di-pet-therapy-per-pazienti-oncologici-a-milano

COOP. SOC. ONLUS

TEMPO PER L’INFANZIA

www.tempoperlinfanzia.it, info@tempoperlinfanzia.it

Inserisci un commento